sabato 18 giugno 2011

Il mondo con i suoi occhi

Il piccolo è tornato dal campeggio, ovvero quattro giorni con le sue maestre della scuola materna (sante Donne) in una casa in un posto bellissimo: sono andati nel bosco di sera con la torcia, hanno visto le api e come si fa il miele, hanno mangiato la carne alla brace vicino al bosco, visto cerbiatti, daini, linci eccetera... Insomma, così era scritto nel programma e non vedevo l'ora di ascoltare le sue impressioni, i suoi racconti.
Segue piccolo estratto del nostro dialogo tornando a casa a piedi.

Il mondo con i suoi occhi.


- Allora, amore, come è andata in campeggio?
- E' stato bel-lis-si-mo, io volevo restare ancora.
- Eh, immagino.
- Lo sai che le api quando si ammalano gli danno una medicina che all'uomo fa malissimo, a loro le cura ma all'uomo fa malissimo: se hai il raffreddore e la prendi, ti viene il torcicollo, se hai la febbre, ti viene la tosse. Succede così, veramente. Invece alle api le cura.
- Ah però, non lo sapevo.
- Sì, e poi se un maiale incontra una lince, la lince lo batte.
- Ma pensa...
- Sì. E poi lo sai che abbiamo visto anche le piramidi?
- Le piramidi?
- Sì!
- Davvero? Allora siete andati anche in Egitto! Ma è lontano l'Egitto!
- Sì, siamo andati in Egitto; ma tranquilla mamma, quando siamo andati avevamo anche lo zaino. Pieno.

6 commenti:

  1. Bellissimo :)

    RispondiElimina
  2. stavomeglioquandostavopeggio19 giugno 2011 13:09

    penso che il mondo visto con i suoi occhi sia molto molto meglio... ci può fare un corso??

    RispondiElimina
  3. ma quattro giorni via alla materna? che meraviglia, davvero sante queste maestre!

    RispondiElimina
  4. adorabile.::)))) da struccare forte

    RispondiElimina
  5. Grazie, mi è passata la gastrite.

    RispondiElimina
  6. eh, ma infatti... (e così questa risposta vale per tutti, direi :) )

    RispondiElimina