mercoledì 5 maggio 2010

Poesia Improvvisata




"La terapia intensiva alla primula sta già dando i primi frutti".
- veramente la primula non ha frutti.
- eh, vabbè, sta già dando i primi fiori.
- la tua primula non ha fiori.
- cheppalle. "La terpia intensiva alla primula sta già dando le prime foglie". Va bene? Sei contento adesso? Così fa schifo, però, dai!
- eh, certo. manca il ritmo, certo certo
- Aha, fai lo spiritoso? bene bene. Ed ora, per fartela pagare, ascolterai la mia poesia di primavera inventata su due piedi, diciamo la mia "Poesia Improvvisata".
- cosa devo pagare, io, scusa?
- che non capisci la poesia che ho dentro.
- ma veramente io...
- "ma veramente io" un corno. adesso zitto e ascolta. anzi, guarda anche, che te la recito
- NO, la recita no, ti prego no.
- e invece sì.

Vedi? bisogna prepararsi, fare così con le dita, a forma di ok, che poi fai tutto un semicerchio, capito? prova. puoi provare, se vuoi. prova! e poi fare un bel respiro, e inizio.

Titolo: E' primavera

- sì, infatti...
- zitto! che mi rovini l'ambient
- ti rovino cosa?
- l'ambient, zitto. son già pronta con le dita, vedi? è primavera (e faccio così con le dita, un bel semicerchio)

E' primavera
una rondine non fa primavera,
non ho visto nessuna rondine, io.
E' primavera
una rondine non fa primavera
ma caga come a maggio.

- Poesia pura, direi
- zitto, non è finita
- ah, scusa. vai vai

E' primavera
- e fin qui...
- ma stai un po' zitto per favore? non capisci mica, oh!

E' primavera
il gatto fa meeoooooo meeeoooo iiisssshhhh
il gatto fa fssssss fssss fsss
contro l'altro gatto
fa tuuum tuuum tuuum
che scappa sopra il tetto.

- certo che tu reciti proprio benissimo eh. fa vedere fssss, con quegli artiglietti...
- ma zitto, insomma! comunque: fsssss fsssss. brava eh? ma non è finita ancora, va avanti. 'spetta.
- (che culo) vai vai che son curioso

E' primavera (sempre così con le dita)
il gatto piscia sulla mia terrazza
perché, gatto? perché pisci sempre sulla mia terrazza?
E' primavera
tu pensi che io mi dia le arie?

- no no, assolutamente
- zitto! fa parte della poesia. Guarda che ricomincio
- oddio! muto, mutissimo. Ingoiato lingua.
- bravo.
- comunque quest'ultimo verso sembra una canzone di Piero Ciampi
- non c'entra adesso. zitto. Piero Chi?
- Piero Ciam
- comunque zitto. Ascolta me.

E' primavera.
veramente?
E' bella,
la primavera.

- ...
- è finita.
- ma è bellissima amore mio, bellissima! davvero, complimenti soprattutto per la recitazione, molto sentita proprio, ho provato delle emozioni dentro, forti, veramente. Grande, G R A N D E.
- cioè, è inutile che applaudi anche, adesso
- ...
- e che mi guardi con quella faccia. tranquillo che facciamo l'amore lo stesso, eh, me la puoi dire la verità, che ti fa schifo.
- noo, ma scherzi? stupenda. S t u p e n d a.
- smettila.
- ok. fa schifo. facciamo l'amore?

- comunque con tutti i tuoi intermezzi me l'hai rovinata
- però facciamo l'amore lo stesso, vero?
- ma ce l'hai sempre nella testa, proprio
- ma certo
- cioè, lo facciamo più volte noi che tutti i cinesi messi insieme
- questa frase non ha senso, lo sai, vero?
- adesso vorrei avere una rubrica, la posta del cuore, tipo. Cioè, la prima che mi scrive "cara zia susina, mio marito non vuole mai fare l'amore con me, cosa devo fare?", io le risponderei: "e lamentati, anche!"
- ed ecco perché, tesoro, tu non hai una posta del cuore in nessuna rivista.
- vabbè, lo sai? con tutto 'sto parlare e 'sto recitare, mi è venuta un po' voglia.
- eh, sarà la primavera, cara
- sarà. Piaciuta poesia?
- no
- ok, c'ho provato. ffssssss.


Fine

20 commenti:

  1. prima volta qui. LOL a vagonate

    RispondiElimina
  2. (Hai disegnato un bel sorriso sulla mia faccia stasera... che ne avevo bisogno, eh! Sempre bello passare di qui...)

    RispondiElimina
  3. Scrivo ciò anche per i vostri LOL, io! :') Quindi LoL anche io, adesso :)

    RispondiElimina
  4. Ah quanto ridere. A me piaceva la poesia

    RispondiElimina
  5. Splendidiquarantenni, grazie del passaggio che mi fa piacere un sacco, ma soprattutto grazie dell'apprezzamento alla poesia; è per palati fini, in effetti, non arriva subito ma soprattutto, dirò, non è per tutti, ci vuole una qual certa sensibilità artistica, non so se mi spiego. :D
    Ciro: fsssss fssss sentito (con artiglietti).

    RispondiElimina
  6. ops.. Cipo (perdonami, è tardino per una che va a dormire con le galline. e non parlo in senso metaforico)

    RispondiElimina
  7. Ma infatti la poesia è bellissima.
    B e l l i s s i m a!
    Zazie, mh, non è che mi rifaresti "fsssss"?
    Mh.

    RispondiElimina
  8. Mi accorgo ora che ho sbagliato a mettere il link a Piero Ciampi. Rimedio per chi volesse:
    http://www.youtube.com/watch?v=ntsSDuwIAHw
    (E scusatemi. E' colpa delle galline che non mi fanno dormire)

    RispondiElimina
  9. stavomegliquandostavopeggio7 maggio 2010 00:23

    si, la poesia mi è piaciuta ma voi siete dei disgraziati.

    RispondiElimina
  10. Stavomeglio, sentirsi dare della disgraziata è qualcosa. Al solito mi commuovi. ;)

    RispondiElimina
  11. :D :rotfl:

    Però l'imitazione del gatto, prometti di farla live, eh? Poco prima del "fffsss", poi da lì è roba vostra privata.

    RispondiElimina
  12. (Mest, sto facendo le prove davanti allo specchio, ché lo sapevo io che me l'avreste chiesta. Per ora faccio pena. Ma pena pena. Mah. Farò quel che posso, dai. Ffffssss)

    RispondiElimina
  13. Uh...Piena di phatos anche questa!!!! :-)))))

    RispondiElimina
  14. ahahahah, semplicemente geniale!!!
    Luciano.

    RispondiElimina
  15. Oddio...giuro che sto piangendo dalle risate...Giuro...
    ...GRANDE!!!!!!!!!!!!!...

    RispondiElimina
  16. io adesso ho un pò di invidia ecco...non riesco a fare ffffssss io...mannaggia

    RispondiElimina
  17. Fffffssssssss.
    Bah. A me viene facilissimo. (ihih)

    RispondiElimina