sabato 28 maggio 2011

sguardi

" E quando chiedo "Che cosa avete visto oggi venendo a lezione?" sembrano domandarsi dove mai li vorrà condurre l'insegnante. E invece è solo il mio provocatorio invito a chiederci come stiamo nelle cose, se lasciamo scorrere su di noi le situazioni come l'acqua sui vetri e andiamo di fretta, sempre proiettati sul dopo a venire, o se ci lasciamo invece toccare... e allora guardiamo. E ascoltiamo. E sentiamo."

Paola Manuzzi, in I corpi e la cura. Ed ETS

(dedicato a me e a tutte le maestre che, lasciando andare i "grandi", fanno scendere libere le lacrime. Commuoversi è meraviglioso. Esserci, straordinario)

2 commenti:

  1. Uffa! Ma perché per i grandi non ci sono maestre così?

    RispondiElimina