giovedì 1 luglio 2010

Vorrei

Vorrei parlare d'amore, ma non mi va
vorrei parlare di merda, ma non sta bene
vorrei parlare di me, non è educato
vorrei parlare di te, ma non si può
vorrei parlare di ieri, ma oggi è meglio
vorrei parlare di domani, ma oggi è meglio
vorrei parlare di oggi, ma per dire cosa?
Vorrei parlare, ma vedo che vieni verso di me
vorrei parlare ma tu
vorrei parlare, ma perché hai in mano un foulard?
vorrei parlare ma perché adesso mi tappi la bocca con un fazzmmbmmhh

Adesso stai zitta?
mmbhhh.

Delle volte uno vorrebbe scrivere un post, non ha niente da dire di interessante, ma comunque ha voglia di aggiornare il blog, che è lì che sembra morto e dispiace, vedere passare le rotole di polvere misto paglia per la strada, si sente anche ffuuu e poi un gran silenzio e poi fuuuhuu, poi dispiace avere un blog western tutto in una volta.

Comunque questa cosa scritta più per noia che per convinzione mi ha fatto venire in mente quella volta che mio nonno non stava tanto bene e eravamo tutti attorno a lui sul divano e chiacchieravamo tra di noi. Lui dormiva e noi ce la raccontavamo un po', così, per fargli compagnia. Era bello stare tutti insieme, attorno al nonno sul divano. Mia nonnna ogni tanto lo guardava e gli diceva Perché non mi parli, parlami, dimmi qualcosa, poi gli prendeva la mano e gli diceva Dai, parla. Erano così belli, li guardavamo. Poi continuavamo a chiacchierare. Lei però non voleva proprio che lui non parlasse, e allora ricominciava e gli diceva Dai parlami, dimmi qualcosa, su, non dormire sempre, parla almeno un po'. Lui non parlava e noi chiacchieravamo, la nonna sorrideva e gli teneva la mano, gli carezzava le gambe e diceva che se non era per quel maledetto congelamento dei piedi in guerra, lui starebbe ancora bene, invece vedi, i suoi piedini, poverino. Dai parla, non stare sempre zitto, però.

Nonna, le ho detto ad un certo punto, ma se adesso il nonno potesse parlare, cosa ti direbbe?
Lei ci ha pensato un po', lo ha guardato e mi ha detto: Mi direbbe "stai zitta Maria".

2 commenti:

  1. stai zitta...ma nel silenzio ci sono troppe parole...troppe!

    RispondiElimina